L’emozionante lettera di Walker alla sua Inghilterra
Il terzino inglese si è sfogato su twitter dopo l'eliminazione

È stato uno dei protagonisti assoluti del Mondiale dell’Inghilterra, interpretando con qualche difficoltà un ruolo non suo ma trascinando i compagni con il suo carisma e la propria leadership fino alla semifinale. Un ragazzo dalle indubbie capacità tecniche, che fa della velocità il proprio punto di forza e che è riuscito grazie alla sua ironia e al suo essere “social” ad unire un intero paese.

E sono stati proprio l’unione, la passione e il patriottismo i temi principali della lettera che Kyle Walker ha scritto su twitter per i propri tifosi. Il suo punto di vista è probabilmente quello delle milioni di inglesi e appassionati che in questo mese hanno seguito le vicende della nazionale, sebbene vederle scritte di mano propria da un calciatore fanno comunque un certo effetto.

Ho ancora il cuore spezzato e non mi sono mai sentito così triste dopo l’eliminazione di ieri sera. Ma c’è qualcosa che voglio dire. Nell’ultimo mese ho visto video e foto che mi sono state inviate. Tutto quel materiale ci avete mandato ha permesso all’ambiente di unirsi e far fronte comune contro ogni ostacolo, un po’ come, del resto, è successo in ogni angolo del paese.
Forse viviamo in un mondo dove a volte è più facile essere negativi che positivi o dove è più facile disunirsi che unirsi, ma cerchiamo in tutti i modi di sfruttare questa occasione dataci dal calcio e rimanere uniti. Vi voglio bene.
Ha preferito essere diretto, usando parole semplici ma efficaci. Lo ha fatto oggi, nel giorno in cui l’Inghilterra non torna fisicamente in patria (dovrà giocarsi la finale per il 3°/4° posto contro il Belgio) ma si è privata della possibilità di giocarsi l’atto finale della competizione.

Poco male, tra due anni (a partire oggi) si giocherà la finale dell’Europeo 2020 proprio a Wembley, casa del football inglese e patrimonio del calcio mondiale. In quell’occasione, l’Inghilterra avrà l’obbligo di esserci per dare continuità a tutte le cose buone fatte durante Russia 2018.

Etichettato ,