Che fine ha fatto l’anima di Selhurst Park?

Il sud di Londra è stato travolto in questi giorni da una notizia della quale ancora in pochi si capacitano e che rischia di condizionare pesantemente il proseguo di stagione del Crystal Palace di Roy Hodgson. Il gruppo ultras Holmesdale Fanatics infatti, ha scelto di sospendere le proprie attività, lasciando completamente vuoto il settore a loro dedicato e privando di Selhurst Park della sua ormai famosa caldissima atmosfera.

La vicenda, però, ha origini molto meno recenti di quanto non si creda. La scorsa stagione il gruppo aveva richiesto alla società di potersi spostare al centro della Holmesdale Road Stand per essere così maggiormente coinvolti durante la partita e migliorare la già ottima atmosfera di cui gode lo stadio, in questi anni una delle vere e proprie armi segrete dei traguardi raggiunti dal Crystal Palace.

Dopo mesi di promesse (e di colloqui amichevoli), la società ha scelto di fare marcia indietro decidendo di non spostare il gruppo verso il centro dell’area, bensì di lasciarlo isolato a lato della stessa Holmesdale Road Stand. Il secco no ricevuto proprio quando tutto sembrava essere ultimato, ha gelato i leader dei Fanatics, che a malincuore hanno deciso di non andare più a vedere le partite casalinghe in segno di protesta per il comportamento tenuto dal club.

Il reale motivo per il quale la società ha vietato loro di cambiare settore sarebbe riconducibile, secondo fonti ufficiose, a una dozzina di abbonati che alla richiesta di vedersi rinnovare il proprio ticket stagionale qualche fila più in la rispetto al solito, si sono fermamente opposti. Un ragionamento da parte loro insensato (dietro la porta si vede molto male e non c’è percezione della profondità del campo) visto che spostarsi di qualche decina di file, all’interno della stessa tribuna, li avrebbe aiutati a migliorare la visuale del campo e godersi la partita con maggiore serenità.

Al momento le cose non sembrano essere in procinto di cambiare: il gruppo non ha annunciato lo scioglimento, bensì ha emesso un comunicato nel quale spiega quanto sia importante per Selhurst Park e per tutto il Crystal Palace che il loro costante e caloroso supporto possa godere di un maggior incentivo se effettuato dalle prime file dietro alla porta che affaccia sulla Holmesdale Road Stand. Tra le righe inoltre, i Fanatics sottolineano quanto quell’atmosfera elettrizzante (da loro creata) che si respira ogni qualvolta le Eagles scendevano in campo, abbia influenzare positivamente i risultati delle ultime stagioni.

Il monito è chiaro: o la società ci sostiene e aiuta l’intera tifoseria a ritrovare la propria identità o Selhurst Park diventerà uno stadio come molti altri, privo di vita e della propria anima pulsante. Una situazione piuttosto imbarazzante che per il bene di noi appassionati e dello stesso Crystal Palace, speriamo possa risolversi al più presto.