Perché Salah si è cancellato dai social?

La risposta, in realtà, non la sappiamo nemmeno noi. O meglio, possiamo fare decine e decine di supposizioni, teorie o ipotizzare qualsiasi cosa ci passa per la testa, ma la realtà è che nessuno, al momento, conosce il motivo per il quale Salah, nella mattinata di oggi, ha deciso di cancellare tutti i profili ufficiali sui social network.

Instagram, Twitter e Facebook spariti, svaniti nel nulla all’improvviso, senza una spiegazione plausibile. Salah ha lasciato un ultimo messaggio prima di sparire dai radar della rete, nel quale recitava un enigmatico: “2019 Resolution. Time to get in touch for real”. Cosa voleva intendere? Forse i social network gli impedivano di vivere una vita rilassata e priva di attenzioni mediatiche, obbligandolo a essere sempre sotto la luce dei riflettori? Oppure è un segnale mandato alla Federcalcio egiziana dopo le pubbliche accuse scambiatesi con l’attaccante del Liverpool nel corso del 2018?

Ci sembra molto ma molto più plausibile la prima opzione, dal momento che il suo rendimento in campo e il suo concreto aiuto alla nazionale nel raggiungimento dei recenti obiettivi (come la qualificazione al Mondiale di Russia 2018) lo hanno reso una sorta di star hollywoodiana ricca di appeal. Ultime, ma non meno importanti, le polemiche relative alle sue frequenti simulazioni che lo hanno visto ricevere attacchi (mediatici) direttamente da colleghi, ex giocatori e, ovviamente, tifosi avversari.

Avrà ceduto alle provocazioni e all’odio sempre crescente che spopola come una moda sui social network o avrà semplicemente deciso di viversi la sua vita lontano dai riflettori? Ai posteri, l’ardua sentenza.