Tutti i kit ufficiali della Premier League

Eh si, quel periodo dell’anno è arrivato. Siamo esattamente a metà tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di quella successiva, le squadre cominciano a raggrupparsi per dare il via al ritiro estivo e alle varie tournée intercontinentali e, come di consueto, abbiamo voluto dare un’attenta occhiata al look dei club inglesi. Quasi tutti i kit ufficiali della prossima stagione sono stati presentati, per questo motivo ci è sembrato opportuno fare un riassunto di quello che abbiamo visto finora, tra alcune maglie apparentemente brutte (ma ricche di significato) e altre decisamente più d’impatto.

Continua a non deludere Umbro, che aumenta la propria presenza nella massima competizione inglese assicurandosi la sponsorship del Burnley, mentre Adidas esordisce con l’Arsenal puntando tutto sul fascino del “retrò”: la prima maglia (l’unica per ora ad essere stata presentata) è una rivisitazione di quella vestita dai Gunners all’inizio degli anni 90. Male Nike che perde il City e con il Chelsea propone un design confusionario e forse troppo poco “calcistico”.

ARSENAL

Beh che sia brutta non si può dire. Magari non piacerà a tutti, ma questo stile è davvero unico e staccato dai soliti: Puma negli anni ci aveva abituato a design molto simili tra loro. Questa ondata di rinnovamento serviva proprio, anche e soprattutto ad un club come l’Arsenal.

ASTON VILLA

Una delle poche società che ancora non ha presentato il nuovo kit ufficiale. Siamo costretti ad attendere ancora qualche giorno, sebbene dal club non siano ancora trapelate notizie ufficiali.

BOURNEMOUTH

Wow. Just, wow. Bella, semplice, pulita ed elegante.

BRIGHTON & HOVE ALBION

Ennesima conferma che la semplicità è sempre cosa buona e giusta.

BURNLEY FC

A 34 anni dall’ultima volta, i Clarets tornano ad essere sponsorizzati da Umbro. Per l’occasione è stata pensata una maglia che, come nel caso del Bournemouth, rispetta la storia e la tradizione del club, mettendo in risalto il claret e il blu senza strafare con design particolari. Alcuni tifosi hanno gridato allo scandalo perché troppo simile alla divisa del West Ham della scorse stagioni, ma la realtà è ben diversa.

CHELSEA 

Giudicate voi, la nostra opinione su questa maglia l’abbiamo già espressa. A molti è piaciuta ma sembra troppo forzata, come se Nike avesse voluto a tutti i costi innovare. Il risultato, però, non sembra essere quello sperato.

CRYSTAL PALACE 

Gran lavoro di Puma rovinato, come spesso capita, da uno sponsor troppo invasivo. La maglia però ha mantenuto uno stile ordinato e si contraddistingue dalle altre per i colori accesi. I tifosi delle Eagles ne saranno entusiasti.

EVERTON

Come anticipato in uno dei nostri precedenti articoli, Toffees e Umbro hanno puntato tutto sulla tradizione, dedicando la divisa della prossima stagione ad Archibald Leitch, uno degli architetti più famosi del Regno Unito, dalle cui idee è nato Goodison Park. Design, quindi, molto particolare ma con un significato ben preciso.

LEICESTER CITY

Difficile che adidas deluda le aspettative quando si tratta di presentazioni di maglie ufficiali e, nonostante lo scetticismo iniziale, il nuovo kit delle Foxes ne è una conferma. Stile semplicistico ma allo stesso tempo molto d’impatto per la divisa home, mentre spunta un inedito rosa per quella da trasferta. Suggestiva anche quella del portiere, colorata di un nero intenso.



LIVERPOOL

I campioni d’Europa si affidano ancora una volta a New Balance, che non delude le aspettative, ne tantomeno le stravolge in positivo. Confermato il rosso intenso (che la scorsa stagione era risultato un successo) per la divisa home, mentre ecco il bianco che torna a dominare la divisa da trasferta.


MANCHESTER CITY

I campioni d’Inghilterra incarica passano da Nike a Puma e per l’occasione propongono un inedito viola di accompagnamento al classico “Blue City”. Potrebbe inizialmente sembrare un’accoppiata di scarso appeal ma la verità è che più la si guarda e più la si apprezza. Interessante e innovativa, invece, la divisa da trasferta, anch’essa colorata in più parti, sebbene sia il nero a dominare la scena.


MANCHESTER UNITED

A 20 anni dal Treble conquistato al Camp Nou, adidas e Manchester United rispolverano una divisa davvero di grande impatto, con uno stemma dorato ricamato su un pezzo di stoffa nero, mentre il resto della maglia resta di colore rosso. Sulle maniche le scritte 90+1 e 90+3, ovvero i minuti della partita nei quali i Red Devils segnarono i gol che consegnarono loro la Champions League del 1999.

NEWCASTLE UNITED

Ottimo lavora di Puma che consegna ai Magpies un kit davvero fine e d’impatto: strisce più larghe rispetto al solito e stemma totalmente cucito in bianco e nero. Peccato, come sempre, per lo sponsor.

SHEFFIELD UNITED

Le Blades tornano in Premier League e per l’occasione adidas punta, ovviamente, sulla semplicità. Divisa da trasferta completamente bianca, mentre quella home sorprende per l’omogeneità tra lo sponsor centrale e il resto dei colori che da sempre caratterizzano il club del South Yorkshire, ovvero il bianco e il rosso. Tra i tifosi ha già riscosso grandissimo successo.


SOUTHAMPTON

Si poteva fare decisamente meglio.

WEST HAM UNITED 

Ennesimo capolavoro di Umbro che punta nuovamente sul fattore “storia”: il kit degli Hammers è infatti dedicato alla squadra che vinse l’FA Cup nel 1980, in quello che rimane, ad oggi, l’ultimo trofeo del club dell’East End londinese. I tifosi ne vanno pazzi, sarà interessante vedere queste maglie in azione sui terreni di gioco inglesi.




 

WOLVERHAMPTON, TOTTENHAM E WATFORD al momento non pervenute. Si attendono notizie ufficiali entro la metà della prossima settimana.